Casco Integrale Shoei: Recensione e Opinioni dei 5 Migliori Modelli

casco integrale shoei header

Quando si parla di caschi integrali di fascia alta, Shoei è uno dei primi nomi che salta in mente. DSS li chiamano alla Shoei, vale a dire Dispositivi di Sicurezza, cercando pertanto anche in questo di differenziarsi dal resto della concorrenza.

L’offerta di Shoei nel campo dei caschi integrali è davvero ampia, come vedremo in questa guida che valuterà cinque dei caschi – pardon – DDS più gettonati della casa giapponese.

Bestseller No. 1
Airoh Valor Nero Opaco taglia S (55-56)
  • SGANCIO RAPIDO VISIERA
  • micrometrico MANTENIMENTO sistema
  • APPROVATO ACU
OffertaBestseller No. 2
CGM Casco integrale 316G MACH 2 Giallo fluo opaco, M
  • Integrale dalle linee moderne e spigolose con spoiler posteriore
  • Visiera esterna con predisposizione per lente Pinlock 70
  • Occhiale interni extra fumè a scomparsa

Prezzo casco integrale Shoei

I cinque caschi di questa analisi hanno prezzi che li posizionano in fasce di mercato medio alte, a seconda del modello sul quale ci orienteremo.
Il modello dal prezzo più oscillante è lo Shoei NXR, che la casa declina in parecchie varianti grafiche e di accessori, ed è possibile trovarlo in commercio a prezzi che variano tra i 350 ed i 550 euro.

Attorno ai 450-500 euro il prezzo dello Shoei GT Air 2, mentre senza dubbio il più costoso dei caschi qui presentati è lo Shoei X Spirit 3, che oscilla attorno ai 700 euro ma può superare i 900 in caso di particolari combinazioni di colore e scelta di accessori. Più economici gli ultimi due caschi, con lo Shoei Hornet ADV che si posiziona nella fascia di prezzo attorno ai 450 euro, e lo Shoei EX Zero che orbita nella fascia dei 350 euro.

Casco integrale Shoei NXR

casco integrale shoei nxr nero opaco

L’NXR è probabilmente il prodotto più venduto della Shoei: si tratta di un casco stradale con velleità sportive, che la casa madre declina in decine di varianti grafiche, che fanno spostare il prezzo di un centinaio di euro.

La presenza di paranaso, sottogola, pinlock e visiere oscurate possono portare la spesa a lievitare di altri 100 euro. Ma si tratta di valori del tutto giustificati: le grafiche sono splendide, così come il livello di finitura generale del casco. Il sistema di chiusura è a doppia D, come i caschi omologati per l’uso in pista, ma allo stesso tempo è presente una coppia di ear pads per ridurre il rumore acustico, molto utile nelle lunghe trasferte motociclistiche.

Ciononostante il comfort acustico non è ottimale, ed è consigliato l’utilizzo dei tappi soprattutto alla guida di moto veloci e rumorose. Infine il peso, che attorno ai 1300 grammi lo rende uno degli integrali più leggeri in circolazione.

Pro:

  • Qualità costruttiva
  • Possibilità di personalizzazione
  • Peso

Contro:

  • Leggermente rumoroso

Qui la recensione completa: Casco Shoei NXR

Bestseller No. 1
Shoei NXR VARIABLE TC1 MEDIUM HELMET
  • Calotta in AIM.
  • E.Q.R.S. Sistema di sicurezza.
  • Chiusura a doppia D.

Casco integrale Shoei GT Air 2

casco shoei gt-air 2 affair bianco nero rosso

Presentato al pubblico nel 2019, questo Gt Air 2 è un casco tipico da sport-touring, che come praticamente tutti i prodotti Shoei si posiziona nella fascia alta del mercato per quanto riguarda l’ordine di prezzo: si parte, approfittando di qualche offerta, dai 450 euro, ma attingendo alla lista di accessori si supera facilmente i 500. Anche questa volta ben pagati: le finiture sono del massimo livello desiderabile.

Si comincia con il visierino interno, facilmente azionabile anche coi guanti pesanti, e si prosegue con la regolazione micrometrica del cinturino, in luogo della fibbia a doppia D di estrazione più sportiva. Il casco risulta estremamente comodo per i viaggi, ed è sicuramente uno dei modelli più apprezzati dai moto turisti: rispetto al fratello NXR lascia la possibilità di non indossare i tappi, essendo il livello di rumore sensibilmente più tenue.

Qualche piccolo appunto si può presentare al sistema di regolazione della ventilazione, un po’ macchinoso – sebbene efficace – e non di immediata esecuzione soprattutto se si indossano i protettivi guanti da turismo.

Pro:

  • Cura costruttiva
  • Design
  • Versatilità

Contro:

• Prezzo non alla portata di tutti

Qui la recensione completa: Casco Shoei GT Air 2

Casco integrale Shoei X Spirit 3

casco shoei x-spirit 3 nero opaco

Con lo Shoei X Spirit 3 si entra nel gotha dei caschi da pista, anche per il prezzo, che parte dai 700 euro e può arrivare ai 900. Stiamo parlando di un casco supersportivo, in pratica la versione stradalizzata del casco indossato dal campione del mondo Marc Marquez, del quale riprende grafiche e forme.

Innumerevoli le possibilità di personalizzazione di un casco che finisce per calzare alla perfezione su ogni testa: gli interni sono regolabili grazie ad un sistema brevettato da Shoei, che li fa ruotare con delle clip a scorrimento. Sempre per gli interni è possibile scegliere tra vari spessori, sempre molto aderenti e che rendono la calzata un po’ laboriosa, com’è giusto che sia per un casco racing. Presente poi il sistema di sgancio rapido in caso di soccorso.

Molto potente il sistema di areazione, anche qui malagevole da regolare coi guanti da pista, e leggermente superiore alla media il peso totale, che in una taglia M si stabilizza sui 1420g: lo scotto da pagare per una tecnologia al top di gamma.

Pro:

  • Estetica
  • Esclusività tecnologica
  • Performance in pista

Contro:

  • Peso

Qui la recensione completa: Casco Shoei X Spirit 3

Bestseller No. 1
Shoei X-Spirit 3 Brink Motorcycle Helmet M Yellow (TC-10)
  • AIM+ Shell in 4 misure
  • Visiera CWR-F Pinlock Race
  • Chiusura ad anello DD.

Casco integrale Shoei Hornet Adv

casco shoei hornet adv navigate nero giallo fluo

L’Hornet Adv è un casco cosiddetto enduro-stradale, che nella sua configurazione base è acquistabile con una spesa attorno ai 450 euro. La caratteristica che salta all’occhio immediatamente nell’Hornet Adv è la presenza del voluminoso frontino, ad ogni buon conto removibile, che ne delinea la forma tipica dei caschi da endurance.

La presenza del frontino tutela dagli abbagliamenti solari tipici del crepuscolo, ma porta in svantaggio un appesantimento del casco e un maggior carico sul collo, soprattutto nei casi in cui si ruota il collo per guardare di lato, e si accusa la pressione del vento.

Per il resto, tolti questi inconvenienti connaturati all’essenza stessa di questa tipologia di caschi, siamo sempre a livelli di eccellenza tecnologica: calotta in sette strati, aerodinamica d’avanguardia, ventilazione interna difficilmente eguagliabile. Il peso totale, sebbene superiore ai 1600g, è cento grammi inferiore a quello dei concorrenti diretti.

Pro:

  • Tecnologia d’avanguardia
  • Peso

Contro:

  • Leggermente rumoroso

Qui la recensione completa: Casco Shoei Hornet ADV

Bestseller No. 1
CASCO ENDURO SHOEI HORNET ADV NAVIGATE NERO OP.FLU TAGLIA L
  • CASCO ENDURO SHOEI HORNET ADV NAVIGATE NERO OP.FLU TAGLIA L

Casco integrale Shoei Ex Zero

shoei ex zero equation tc-10 nero arancio rosso bianco

Un casco particolare lo Shoei Ex Zero, che potremmo definire vintage, vista la sua calotta così anni Settanta che ricorda gli scrambler e le cafè racer. Segnaliamo prima di tutto il prezzo, che con 350 euro ne fanno il più economico del catalogo Shoei. Altro record che stabilisce questo Ex Zero è, ovviamente, il peso: la semplicità costruttiva lo porta a segnare 1140g sulla bilancia.

D’altra parte al posto di una visiera completa del suo meccanismo di aggancio-sgancio abbiamo una leggerissima visiera interna a scomparsa, che si coniuga perfettamente con l’uso degli occhialoni per riprodurre fedelmente l’effetto vintage che citavamo in apertura. Sono presenti il sistema EQRS – Emergency Quick Release System – e il sistema di ritenzione a doppia D.

Pro:

  • Originalità e personalità
  • Leggerezza insuperabile

Contro:

  • Protezione globale

Qui la recensione completa: Casco Shoei Ex Zero

Bestseller No. 1
SHOEI INTEGRALE 2103EQUA EX-ZERO EQUATION TC-2 BLUE (BLU) M
  • Sistema di rivestimento EPS
  • Sistema di sgancio Rapido di emergenza
  • Pico smontabile

Recensione e Opinioni sui Caschi Integrali Shoei

Come sottolineato durante l’analisi di ogni casco, è difficile trovare dei difetti veri e propri nei caschi Shoei, che oggi rappresentano con tutta probabilità lo stato dell’arte nella tecnologia di questi dispositivi di sicurezza.

Chiaramente però, trattandosi di modelli differenti, e che vanno a coprire esigenze diverse a seconda dell’utilizzatore, ogni casco avrà la sua ragion d’essere a seconda dell’uso che ne dovrà fare l’utente finale.

Lo Shoei NXR è molto apprezzato in maniera trasversale, riuscendo a coprire una tipologia di utenti che va dal pendolare che utilizza la moto quotidianamente al motociclista che non disdegna una saltuaria uscita in pista. A differenza di tutti i suoi fratelli, è un casco che mette d’accordo tutti e non presenta nessun difetto vero e proprio se non, per i più pignoli, una rumorosità alle velocità superiori a quelle del codice stradale.

Il GT Air 2 è un parente molto stretto dell’NXR, rispetto al quale può vantare un comfort ancora maggiore: si tratta del tipico casco per il macinatore di chilometri, il moto turista capace di stare anche dieci ore in sella e quindi col casco sul collo. Rinunciando ad un pizzico di sportività, si guadagna in comfort. Qualche piccola critica viene dal sistema di sostituzione della visiera, molto preciso ma più impegnativo.

Lo Shoei X Spirit 3 è un casco racing, e questo ne limita fortemente il suo indirizzo, che di fatto è limitato ai possessori di moto super sportive e ai frequentatori dei circuiti. Siamo però di fronte allo stato dell’arte della protezione. Superbe le grafiche, qualche appunto viene dal peso che non è il più leggero tra i competitor.

Lo Shoei Hornet ADV è un casco dedicato agli enduristi: il suo frontino così vistoso lo rende immediatamente riconoscibile. Nonostante il frontino stesso nasca come protezione dalla luce solare, non a tutti è andata giù la rimozione del visore interno parasole, che rimane l’unica pecca di un casco assolutamente apprezzato da tutti i suoi fruitori.

Lo Shoei Ex Zero è senza nessun dubbio il più particolare dei caschi Shoei: minimalista, leggero quanto nessun altro, non è un casco adatto a chi non voglia farsi notare. Si sposa perfettamente con moto custom e con gli occhialoni di una volta, sebbene utilizzabile anche con il semplice visore a scomparsa. Chi lo sceglie lo apprezza a dispetto del fatto che, per sua natura, non possa offrire lo stesso livello di protezione globali dei caschi più strutturati.

Ultimo aggiornamento 2020-10-27 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.