Soccorso stradale per moto: cos’è, come funziona e quanto costa?

soccorso stradale per moto

Non è sempre detto che se il nostro veicolo è nuovo e ben tenuto non possa fermarsi e lasciarci in panne, in questo articolo parleremo di soccorso stradale, come richiedere l’intervento e quanto costa.

Può capitare che durante un bel pomeriggio di agosto, mentre stiamo raggiungendo la meta delle tanto agognate vacanze, la nostra moto si fermi e non riparta.

È pur vero, però, che se la nostra moto o la nostra auto sono attempate il rischio di restare fermi a bordo strada per un’avaria è molto più reale.

La più classica delle situazioni vuole che si rimanga a piedi sempre in situazioni poco vantaggiose, magari su percorsi accidentati, oppure sotto alla pioggia battente nel bel mezzo di un ingorgo cittadino, con una fila di clacson che fanno da sottofondo musicale al nostro “umore nero”.

La prima cosa che ci chiediamo, quando la nostra moto ci lascia in panne è: come torno a casa? E, subito dopo, come rimuovo il veicolo? Chi chiamo per farmi aiutare? Quanto mi costa? La mia assicurazione copre il soccorso stradale? Scopriamo in questa guida i buoni consigli su come ricevere soccorso stradale per le moto. Non solo il soccorso stradale per moto può aiutarti in questi casi, come dice il detto: meglio prevenire che curare il casco e il paraschiena per moto possono sicuramente evitarti ulteriori problemi!

Soccorso stradale per motociclisti

Rimanere in panne con la moto è ancor più fastidioso, perché quella che sarebbe dovuta essere una scampagnata, una gita piacevole o anche un tragitto veloce verso il lavoro, può trasformarsi in un vero e proprio incubo.

I centauri utilizzano i motocicli anche per spostarsi comodamente in città ed un veicolo che si ferma diventa un vero e proprio problema, anche perché, senza abitacolo, si resta per strada senza alcuna protezione fisica, anche in caso di intemperie o di condizioni climatiche sfavorevoli. Per questo, è ancor più importante poter fare riferimento a servizi professionali, che garantiscano assistenza costante e rapida.

Il soccorso stradale dedicato a moto e scooter deve prevedere sia il prelievo sia la rimozione del veicolo dalla carreggiata, che viene trasportato verso l’officina più vicina, abilitata anche all’assistenza meccanica.

Capita spesso, inoltre, che proprio le officine specializzate mettano a disposizione dei motociclisti carroattrezzi per moto, dotati anche di servizio mobile, nonché di scooter sostitutivi.

Il servizio di trasporto è regionale e nazionale, visto che, molto spesso, tali veicoli vengono utilizzati anche su lunghe percorrenze o per vacanza.

La cosa particolare del soccorso stradale per le moto è che lo stesso può essere richiesto non solo in caso di avaria, ma anche qualora si debba spostare una moto da un punto ad un altro, magari verso località turistiche, molto distanti dal nostro punto di partenza.

In sole 24 h è possibile ricevere il proprio motoveicolo presso la location selezionata.

Soccorso stradale per moto: quanto costa?

Come nel caso delle tariffe del soccorso stradale per auto, anche per quello dedicato alle moto, l’ACI fa da linea guida. Il costo dei servizi varia in base al chilometraggio percorso dal carroattrezzi sia per l’andata sia per il ritorno dal punto in cui il veicolo è fermo.

Per avere un quadro del costo del servizio, ancor prima di usufruirne, cosa molto comoda nel caso di spedizione, grazie ai servizi di geolocalizzazione si può valutare, con smartphone, quanti km separino il punto di partenza da quello di arrivo.

I costi dei servizi, in ogni caso, oscillano tra le poche decine di euro ed i 200 euro circa, in dipendenza anche dal tipo di servizio richiesto e dalla fascia oraria nella quale viene erogato.

Nel caso in cui sia necessario tenere il veicolo fermo presso un garage, si dovrà sommare, alle cifre di soccorso, quelle di custodia.

Soccorso stradale per le moto: occhio alla polizza assicurativa!

La cosa consigliata, chiaramente, è quella di scegliere un’assicurazione moto o scooter che proponga servizi utili ed immediati, per i quali siano previste scontistiche adeguate e che rendano un eventuale momento di disagio un semplice intoppo in un rapporto d’amore che è quello che lega il centauro al proprio motoveicolo.

Per la polizza leggi bene tutte le clausole contrattuali: quasi tutte le Compagnie assicurative ti portano la moto solo alla più vicina officina autorizzata, ma è possibile che qualche polizza assicurativa copra anche il costo del trasporto fino a una destinazione a tua scelta entro 100 km.

Anche se non esiste una moto sostitutiva, niente paura c’è l’auto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.