In moto in Toscana: Quali itinerari in Maremma ci sono piaciuti di piu

toscana in moto header

La Toscana porta intrinsecamente con sé le caratteristiche dell’italianitá, e di tutto ciò che di pittoresco, romantico e genuino venga in mente a chiunque pensi al Bel Paese.

Ma la Toscana non vive solo nelle fantasie degli stranieri che sognano di ritirarsi dalla vita lavorativa e fuggire in una casina di campagna con vigneto, vivendo secondo i tempi della vendemmia.

Perchè la toscana in moto

La Toscana è concreta e va scoperta e riscoperta, innanzitutto da chi è italiano, rifuggendo dalle immagini semplicistiche che l’industria dei viaggi sforna. Insomma quello che ci vuole è un approccio non così turistico che ti permette di guardare con occhi da “viaggiatore” anche le bellezze più vistose e acclamate: Firenze con gli Uffizi,il Duomo, il fascino del Lungarno e che è senza dubbio la culla dell’arte mondiale; Pisa con le sue note peculiarità; Siena con il suo palio annuale e il Palazzo Pubblico; ma soprattutto un numero altissimo di borghi caratteristici, dai più grandi come San Gimignano, Arezzo e Pienza a quelli sparsi sulle varie colline che compongono il territorio.

La regione si caratterizza anche per una grande ricchezza ambientale che parte dalle coste della Versilia e arriva alle colline del Chianti. Ecco, la bellezza di questi luoghi non può essere rilegata ad una visita da “cartolina”, questa splendida Toscana non può semplicemente essere attraversata osservandola da un finestrino in plexiglass, magari nella cabina di un treno che sfreccia e sfoca la vista delle distese verdi, delle città e delle abbazie senza che si possa avere di loro alcun ricordo definito. Insomma, rifuggire dall’occhio del turista significa essere padroni di ciò che si vede e si vuol vedere.

Itinerari in moto in toscana – Che percorsi seguire per godersela al meglio

La Toscana va quindi solcata, mentre tra te e l’aria di campagna non esiste alcuna divisione, accompagnato da un vivace borbottio pronto a condurti, senza fretta, in tutte le tappe intermedie tu desideri fare durante il tuo itinerario. Viaggiare in moto in Toscana significa vivere un’esperienza formativa e memorabile, dare il giusto valore a tutti i chilometri percorsi trovando l’assoluta bellezza non solo nella meta ma soprattutto nel suo raggiungimento.

Stare in sella ci fa sentire protagonisti, e niente paura se non sei con un partner: la moto è creatrice di socialità e non avrai difficoltà a trovare altri compagni di viaggio. Godersi il percorso significa trovare sentieri dissestati ma soprattutto percorrere le strade magnifiche che la Toscana sa offrire. Tralasciando i paesaggi della Val d’Orcia o quelli delle Terre di Siena, potremmo provare a spingerci verso sud per esplorare la Maremma Toscana, che si estende dal mare verso l’entroterra comprendendo Grosseto.

La Maremma ha molto da offrire per ogni viaggiatore indipendente e fa della varietà il suo punto di forza offrendoti la bellezza di coste, pianure, colli e promontori: partiamo dall’Argentario con le sue stupende spiagge che introducono ai borghi marinari di Porto Santo Stefano e Porto Ercole, qui vicino potrete percorrere la strada panoramica di Porto Ercole che vi offrirà paesaggi mozzafiato oppure risalire la vetta dell’Argentario per ammirare il Convento dei Passionisti e Punta Telegrafo; continuando sulla costa ci sono da segnalare i paesi di Ansedonia (con le sue torri sulla spiaggia e l’area archeologica di Cosa), Capalbio con il suo piccolo borgo e la riserva WWF del lago di Burano con la torre di Buranaccio, Follonica con le sue spiagge ed il museo del Ferro e della Ghisa.

A tratti le strade toscane sembrano essere state costruite seguendo il solco di un paio di pneumatici, tant’è che è facile proporre un breve ma ricco percorso che comprende il passaggio attraverso 6 borghi assolutamente caratteristici: si comincia con Magliano in Toscana, una città fortificata che si erge su un colle di ulivi secolari dove è presente anche il grande Olivo della Strega, uno dei più antichi d’Europa; la strada prosegue entrando a Scansano dove è d’obbligo una visita in una delle enoteche cittadine per degustare il famoso Morellino.

Si passa poi a Manciano con le stupende terme di Saturnia; Pitigliano, un paese allungato su uno sperone di tufo e soprannominato la piccola Gerusalemme in quanto rifugio di molti israeliti nel XV secolo e dunque, tutt’ora, conservatore dei loro luoghi e dell’antica tradizione culinaria; Sovana che è fra i “cento borghi più belli di Italia” grazie alle numerose attrazioni come la necropoli Etrusca ed il percorso delle vie cave; infine passiamo a Sorano dove è da segnalare il punto panoramico della Fortezza degli Orsini e soprattutto le grotte rupestri di Vitozza, nella frazione di San Quirico.

Cosa ne pensiamo della toscana in moto

Detto ciò ti do un ultimo consiglio: non porti una meta ma studia percorsi e lasciati andare, senza fretta, a deviazioni e momenti di pausa e meditazione. Il territorio ti darà infinite possibilità e non aver paura di sfruttarle.

Nessun rimpianto nel caso non riesca a vedere tutto ciò che ti sei prefissato: conta l’esperienza personale che hai costruito con la piena libertà che solo una moto può darti, soprattutto se maturata nello scenario di questa bellissima terra.

Summary
In moto in Toscana: Quali itinerari in Maremma ci sono piaciuti di piu
Article Name
In moto in Toscana: Quali itinerari in Maremma ci sono piaciuti di piu
Description
La Toscana porta intrinsecamente con sé le caratteristiche dell'italianitá. Scoprire la Toscana in moto è quello che devi fare. Sono sicuro che gli itinerari in moto che ti abbiamo proposto ti sorprenderanno
Author
Publisher Name
LaTuaMoto.com
About The Author

Luca

IM, dipendente dalla musica e molto altro! Dal 2018 in una nuova avventura su LaTuaMoto.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Related Post